Crea sito
Skip to content

Giuseppe Esposito

Oggi parliamo con Giuseppe Esposito, fotografo professionista che viene dalla Sardegna. Per lavoro digitale ma per passione analogico. Nei suoi ritratti si interessa alle persone, ma anche al loro mondo e a quello che ci sta attorno.

CIAO! PARLACI UN PO’ DI TE.
Ciao! Mi chiamo Giuseppe Esposito e sono nato ad Alghero, in Sardegna nell’87. Mi sono Diplomato all’istituto D’Arte Figari di Sassari e attualmente studio all’Accademia di Belle Arti Mario Sironi, ma vivo ad Alghero.

COM’È NATO IL TUO INTERESSE PER LA FOTOGRAFIA E PERCHÈ HAI SCELTO LA FOTOGRAFIA ANALOGICA?
Mio padre è sempre stato l’orgogliosissimo fotografo di famiglia, ma faceva tutt’altro lavoro. Io invece ero un sognatore musicista, pensavo solo alle chitarre elettriche e la fotografia non mi passava neanche lontanamente per la testa. Ho avuto un percorso d’istruzione un po’ travagliato, ho frequentato prima il liceo scientifico e poi una scuola di audio engineering a Milano. Quando finalmente ho messo la testa a posto (o almeno così credevo) ho deciso di tornare ad Alghero e riiniziare il mio percorso, stavolta all’Istituto d’Arte, ed è li che l’ho persa di nuovo. Ho avuto un insegnante grandiosa, mi ha fatto amare la fotografia da subito, ma avevo bisogno di una macchina fotografica. Così mi ho padre mi ha dato la sua amata Asahi Pentax MX con tre ottiche, un 50mm (la mia lente preferita) un 28mm e un 135mm. Ho iniziato a sperimentare, a provare diverse pellicole e a documentarmi sempre su tutto.

giuseppe esposito, fotografia analogica, giovani fotografi
Giuseppe Esposito – Family Portrait

HAI UN FOTOGRAFO PREFERITO O COMUNQUE CHE ABBIA ISPIRATO IL TUO MODO DI FOTOGRAFARE?
Non ho un fotografo preferito, è un mondo talmente vasto e sempre diverso che non riuscirei mai a sceglierne uno in particolare. Per quanto riguarda i fotografi del passato, ho sempre amato particolarmente Helmut Newton e Robert Mapplethorpe; tra i fotografi del nostro periodo, invece, seguo molto Vincent Peters e Andreas Bitesnich: lui è la mia fonte d’ispirazione più grande, non c’è nulla che non mi piaccia del suo lavoro.

PARLIAMO UN PO’ DI ATTREZZATURA, QUALI MACCHINE FOTOGRAFICHE E PELLICOLE USI?
Utilizzo principalmente la Mamiya RZ67 ProII, Pentax MX, Nikon F100 e Polaroid Land Camera 195 SE.
Le mie pellicole preferite sono Kodak Portra 400 e Kodak Ektar 100 per quanto riguarda il colore, Ilford Delta 100, FP4 e Kodak TMAX 400 per il bianco e nero e Fujifilm FP100C per le istantanee.

STAI LAVORANDO A QUALCHE PROGETTO O C’È QUALCHE PROGETTO A CUI VORRESTI LAVORARE?
Si, sto lavorando a quello che sarà il mio esame di fotografia in Accademia, un lavoro di ritratti su medio formato per una campagna pubblicitaria.

giuseppe esposito, fotografia analogica, giovani fotografi
Giuseppe Esposito

COSA TI PIACE FOTOGRAFARE E COSA RENDE SPECIALE UNA FOTO PER TE?
Mi piace fotografare le persone, poterle raccontare. Fondamentalmente mi piace documentare, è quello che faccio più spesso quando fotografo, forse perché sono sempre stata una persona molto attacca ai propri ricordi, ho bisogno di immagazzinarne il più possibile.
Credo che sia il concetto che c’è dietro una fotografia a renderla speciale, totalmente a prescindere dal mezzo usato.

COSA NE PENSI DELLA FOTOGRAFIA IN ITALIA IN QUESTO MOMENTO E DEL SUCCESSO SEMPRE MAGGIORE CHE LA FOTOGRAFIA ANALOGICA CONTINUA AD AVERE ANCORA ADESSO?
La fotografia è in continua espansione, soprattutto tra i più giovani, e molti di loro si interessano da subito al mondo dell’analogico. A volte trovo il web addirittura sovraccarico di fotografia e a volta purtroppo molto ridondante, ma allo stesso tempo puoi scoprire tutti i giorni fotografi incredibili che neanche pensavi esistessero, con dei lavori sempre originali.
Da poco ho partecipato ad una discussione su un post che un collega ha pubblicato su Facebook, con una foto di alcuni rullini. Era nostalgico, come se fosse qualcosa di ormai irraggiungibile. E come lui altri sotto commentavano dispiaciuti. Frequento forum e gruppi con migliaia di utenti che ancora oggi fanno dei lavori incredibili su qualsiasi pellicola immaginabile, ci scambiamo opinioni e influenze. Non è mai morto niente, forse qualche cosa si trova con un po’ di difficoltà, ma è tutto accessibile per chiunque. Per il resto spetta a tutti noi cercare di mantenerla viva.

giuseppe esposito, fotografia analogica, giovani fotografi
Giuseppe Esposito – Just Kids

C’È QUALCHE GIOVANE FOTOGRAFO ITALIANO CHE TI SENTI DI CONSIGLIARE?
Guido Gazzilli. I suoi lavori sono incredibili, non mi stanco mai di guardare le sue fotografie.

HAI DEGLI INTERESSI AL DI FUORI DELLA FOTOGRAFIA CHE INFLUENZANO I TUOI LAVORI?
Amo la musica, da tutta la vita, l’ascolto in ogni momento, soprattutto durante gli shooting e durante la post-produzione. È decisamente la passione che mi influenza di più.

DOVE POSSIAMO VEDERE LE TUE FOTO?
Web: giuseppeesposito.com
Instagram: instagram.com/giuseppeespositophotography
Facebook: facebook.com/giuseppeespositophotographer

 

giuseppe esposito, fotografia analogica, giovani fotografi

giuseppe esposito, fotografia analogica, giovani fotografi

giuseppe esposito, fotografia analogica, giovani fotografi

giuseppe esposito, fotografia analogica, giovani fotografi

giuseppe esposito, fotografia analogica, giovani fotografi

giuseppe esposito, fotografia analogica, giovani fotografi

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.