Crea sito
Skip to content

Emily Rossato

Per la rubrica Young Italians Abroad oggi conosciamo Emily Rossato; quattro anni di street photography in Australia, alla ricerca della spontaneità della vita e dei comportamenti umani.

CIAO! PARLACI UN PO’ DI TE.
Sono Emily Rossato, nata a Verona il 26 Dicembre 1993. Ho conseguito il diploma in lingue e turismo e a breve inizierò un corso di graphic design all’Accademia NAD. Sono da poco rientrata da un’ esperienza viaggio/lavoro in Australia durata poco più di quattro anni.

COM’È NATO IL TUO INTERESSE PER LA FOTOGRAFIA E PERCHÈ HAI SCELTO LA FOTOGRAFIA ANALOGICA?
Siamo tutti un pò fotografi, soprattutto in un mondo come quello di oggi, dove i social network sono alla base della nostra quotidianità.
In particolare il mio interesse per la fotografia è nato nel dicembre 2012, mese in cui mi sono trasferita in Australia, un pò per voler documentare i miei viaggi un pò per via di Sonny, che diventò a seguire il mio partner per quasi tutta la durata del mio soggiorno laggiù. E’ stato proprio lui a farmi avvicinare alla realtà dell’analogico in tutte le sue sfumature.

emily rossato, giovani fotografi, fotografia analogica
Emily Rossato

HAI UN FOTOGRAFO PREFERITO O COMUNQUE CHE ABBIA ISPIRATO IL TUO MODO DI FOTOGRAFARE?
Come ho detto Sonny ha avuto una grande influenza nei miei lavori. Potrei anche nominare tanti amici e conoscenti che mi hanno circondato ogni giorno dandomi spunti nuovi. Tra i grandi fotografi probabilmente Nancy Goldin, Robert Doisneau e Vivian Maier.

PARLIAMO UN PO’ DI ATTREZZATURA, QUALI MACCHINE FOTOGRAFICHE E PELLICOLE USI?
Ho sperimentato tante macchine fotografiche tra cui Olimpus mju-II, Minolta Riva Zoom 140EX, Pentax K1000. Da due anni a questa parte uso spesso e volentieri Minolta AF 7000, che fu tra le altre uno dei più apprezzati e sentiti regali di compleanno. Ringrazio di cuore tuttora chi sa di aver contribuito.
Tra le pellicole preferite rientrano Kodak Ektar e Portra e Ilford per il bianco e nero.

STAI LAVORANDO A QUALCHE PROGETTO O C’È QUALCHE PROGETTO A CUI VORRESTI LAVORARE?
Ci sono un paio di progetti a cui sto lavorando. Avere dei progetti è il segreto che mantiene la fotografia in sé e la propria voglia di vivere sempre in movimento. Siamo animali sociali e la collaborazione è alla base e segreto di tante cose.
L’insieme di idee proveniente da menti diverse rende il progetto originale e divertente. Mi piacerebbe collaborare con chiunque abbia voglia di mettersi in gioco con me e abbia rispetto e credibilità in quello che faccio e penso. La realizzazione e il processo sono il progetto stesso.
Il mio progetto costante è documentare la mia vita, chi ne fa parte, chi la stimola e anche chi e cosa per un istante di secondo la rende quella che è.

emily rossato, giovani fotografi, fotografia analogica
Emily Rossato

COSA TI PIACE FOTOGRAFARE E COSA RENDE SPECIALE UNA FOTO PER TE?
Mi appassiona la street photography. Mi incuriosiscono gli umani in tutte le loro forme ed età. L’evoluzione, l’adattamento, l’espressione. Mi piace cogliere la spontaneità e genuinità di un gesto o movimento.
Mi intrigano le luci, le linee e i colori. La simmetria, le macchine d’epoca e non.
La bellezza di uno scatto sta nel combinare tutti gli elementi sopra elencati in un unica scatola.

COSA NE PENSI DELLA FOTOGRAFIA IN ITALIA IN QUESTO MOMENTO E DEL SUCCESSO SEMPRE MAGGIORE CHE LA FOTOGRAFIA ANALOGICA CONTINUA AD AVERE ANCORA ADESSO?
Per essere sincera non sono troppo preparata sulla fotografia in Italia, considerando ho vissuto altrove negli ultimi quattro anni.
Penso che il successo dell’analogico sia dovuto al fatto che sia un classico che non morirà mai. Un pò come i The Clash, le Converse e i pantaloni a zampa.
E’ uno stile di vita. La selezione dello scatto, l’importanza che assume ogni clic. Un po’ come dovremo vivere i nostri giorni e i momenti che sfuggono. Coglili quando ci sono e vivrai una vita ricca e felice.

emily rossato, giovani fotografi, fotografia analogica
Emily Rossato

C’È QUALCHE GIOVANE FOTOGRAFO ITALIANO CHE TI SENTI DI CONSIGLIARE?
Cosi a primo impatto Jacopo Borrini (instagram.com/jacopo_borrini). Ci siamo conosciuti a Manly, Sydney. Ci siamo poi ritrovati a Melbourne non troppo tempo fa. Rispetto il suo lavoro.

HAI DEGLI INTERESSI AL DI FUORI DELLA FOTOGRAFIA CHE INFLUENZANO I TUOI LAVORI?
Vivo di musica, skateboarding, birra e vino. Amo la famiglia e gli amici. Mi intriga la novità. Ho interesse nel design, la cucina, le piante e i cactus.
Sono appassionata della vita e in quello che la stessa offre.
Apprezzo la semplicità e l’essenza di qualsiasi cosa affinché sia vera.

DOVE POSSIAMO VEDERE LE TUE FOTO?
Website: emilyrossato.portfoliobox.net ( al momento in pieno aggiornamento)
Instagram: emilyrossato

emily rossato, giovani fotografi, fotografia analogica

emily rossato, giovani fotografi, fotografia analogica

emily rossato, giovani fotografi, fotografia analogica

emily rossato, giovani fotografi, fotografia analogica

emily rossato, giovani fotografi, fotografia analogica

emily rossato, giovani fotografi, fotografia analogica